LEXUS
“Lexus L-finesse”


13 – 18 aprile 2005
Presentazione della filosofia Lexus attraverso una concept car, opere d’arte, progetti ed elementi d’arredo.
Teatro dell’Arte, Milano
Ufficio stampa

“L-finesse”, acronimo di “Leading Edge” e “Finesse”, esprime il carattere composito della filosofia del design Lexus: tecnologia d’avanguardia in sincretismo con eleganza formale e senso artistico.
Nella bianca foschia di una magica ambientazione coordinata dall’architetto Junya Ishigami, le opere pittoriche dell’artista Hiroshi Senju (Menzione d’Onore a La Biennale di Venezia 1995), i progetti e le lampade della pluripremiata Kazuyo Sejima, fondatrice del gruppo SANAA, fanno parte della presentazione della nuova Lexus GS e della concept car LF-A, ammiraglie del marchio automobilistico giapponese.

Highlights. All’interno degli ambienti del Teatro dell’Arte il visitatore si muove in un percorso guidato, immerso nel mistero di una nebbia leggera e luminosa, scoprendo lentamente, attraverso sensazioni successive, tra il reale e l’onirico, la forma dei propri sogni, verso la comprensione della nuova visione “Lexus L-finesse”.

Parola d’autore “Amo gli architetti giapponesi perché pensano che il principale compito morale dell’uomo consiste nel costruire bene il mondo.
Il loro modello di architettura non è mai rigido, ma leggero, trasparente, reversibile: un origami magico che ha al suo centro un ikebana invisibile.
La loro modernità, debole e diffusa, nasce sempre dalle cose piccole, dai particolari perfetti, dagli incastri e dalle superfici.
Lo spazio in Giappone non deriva dall’illuminismo (lucido e trasparente), ma dall’umidità poetica e opaca delle risaie.“
Andrea Branzi. frase esposta all’ingresso della mostra